Copertine Bestiali

Nulla viene fatto a caso, anche i progetti più piccini nascono con un senso ultimo, se si voglion fare le cose a modo. Quello che ho voluto fare con questa piccola rassegna è raccontare una storia fatta di tante storie, un rapido intreccio d’amore tra l’uomo e le bestie. Tendiamo a dimenticare quanto siano importanti gli animali, facciamo quello che facciamo con l’idea di essere padroni della Terra, incuranti del fatto d’essere una delle ultime creature comparse sul palcoscenico del creato. Certo, siamo speciali. Gli unici animali capaci di raccontare d’altri animali. Ma pur sempre bestie rimaniamo, e nulla facciamo per distaccarci dalla nostra natura, se non in rare circostanze virtuose. La letteratura è indubbiamente il modo attraverso cui l’uomo, da che ha iniziato a scrivere, si eleva rispetto al resto del creato, dimenticandosi per un attimo la propria natura mortale e cavalcando pensieri d’immortalità, stampati su carta. Ma in questo processo di elevazione alle volte ci si è ricordati di cosa fosse la natura, si è preso esempio dalle più variegate creature per raccontare poesie, aneddoti, fantasticare di mondi sommersi, filosofeggiare sul senso della vita, caricare mulini a vento. è un omaggio sincero ai nostri compagni di viaggio in questa folle avventura chiamata esistenza, di cui gli animali sono fidi comprimari. è un viaggio semiserio, fatto di forme semplici e pensieri moderni, creato per adulti e piccini. Buona visione.

 

Don Chisciotte, Cervantes. Un caldo sfondo giallo, un mulo e un cavallo sovrappongono gli zoccoli in un incrocio di linee.
Fattoria degli Animali, George Orwell. Un maiale nero in un cerchio bianco, sullo sfondo un rosso intenso....vi ricorda qualche bandiera questa copertina?
Il gatto con gli stivali, Straparola. un gatto con gli stivali gongola tenendo tra le mani un topolino, che un tempo fu un gigante. In una immagine il riassunto di una storia.
Il brutto anatroccolo, Andersen. Un piccolo pulcino nero guarda con ammirazione un cigno bianco che lo contiene con la sua regale forma...
Il Piccolo Principe, Exupery. Una volpe diventa un bocciolo di rosa in un prato verde, mentre all'orizzonte si staglia un cielo nero che spinge lo sguardo a tanti piccoli pianeti.
Il Libro della Giungla, Kipling. Balù e Mougly si toccano al centro del foglio, unendo due mondi spesso divisi: quello umano e quello animale. L'ombra del dolce orso entra nel mondo degli uomini, creando un albero sul terreno rosso.
Metamorfosi, Kafka. Uno scarafaggio mostra il ventra su cui si è impressa la forma di un uomo urlante, a dimostrare l'avvenuta metamorfosi.
Moby Dick, Melville. La grande balena bianca sostiene su una delle sue grandi pinne la scialuppa del capitano Acab.
Pinocchio, Collodi. Il grillo parlante aggiorna la sua coscienza cercando consigli su Google. Un modo attuale per cercare risposte ai grandi problemi della vita.
Zanna Bianca, London. Un lupo grigio e fiero si staglia in primo piano solcando le linee sinuose del panorama montuoso e invernale.
20000 leghe sotto i mari, Verne. Il Nautilus naviga bui fondali sconosciuti, e sotto di lui un enorme calamaro gigante ne segue la scia e le forme...


Yoga in pink

Non voglio usare troppe parole per dare un senso a questo progetto, perché […]

Copertine Bestiali

Nulla viene fatto a caso, anche i progetti più piccini nascono con un […]


Ispania Liberale e Romantica, storia di Musica

Ispania Liberale e Romantica è un progetto piccolino e dolce, fatto di musica […]

Pin It on Pinterest