TM Style, Logo restyling

Sono passati mesi dal mio incontro con Mauro, che fu un sabato in uno dei pochi bar aperti nella torrida estate modenese. Fu chiaro fin da subito che la persona di fronte a me era solo in parte quella che avevo lasciato tempo fa, scapestrata per tanti versi. Molto più pragmatica, coi piedi ben piantati per terra, con un’incredibile capacità di ascoltare, capace di capire che la persona davanti a lui non era più il ragazzino brufoloso e impacciato lasciato ad un campeggio parrocchiale tanti anni prima. E mi è piaciuta sin da subito la sfida che mi stava presentando: ridare un’immagine alla sua azienda. E per fare ciò bisognava partire dal marchio.

COS’E’ TM STYLE?

TM Style è un’azienda commerciale attiva nel settore della pavimentazione e dei rivestimenti, sia pubblici che privati, con clientela solitamente molto esigente e facoltosa. I materiali e i prodotti commercializzati sono molteplici:

settori in cui opera TM Style, una società attiva nel settore delle pavimentazioni e dei rivestimenti sia per privati che per il settore pubblico, sia per frandi che per piccoli stabili.

IL PERCHE’ DEL RESTYLING

L’azienda, nata in sordina e nel tempo divenuta realtà solida, si è dotata inizialmente di un marchio a forma di lanterna molto distante da quanto visibile nel panorama dei brand di settore, decisamente di stampo più minimal e formale. Alla luce del restyling del sito avvenuto di recente e ancora in fase di completamento, si sentiva la necessità di creare un logo capace di seguire la linea stilistica già tracciata da questo strumento di comunicazione, molto più attinente alla categoria commerciale in questione dal punto di vista grafico.

una preview del sito TM STYLE, sullo schermo di un computer

IL PUNTO DI PARTENZA

Il logo iniziale era stato definito come qualcosa di non funzionale al progetto di restyling successivo, un’idea da cestinare per ripartire da qualcosa di nuovo. La tentazione era grande, ma poi ho dovuto dissentire guardando meglio le forme della lanterna e sintetizzandone le linee. Si poteva dare continuità con quanto fatto mutandone sostanzialmente forma: e così ho provato a fare.

la lampada sintetizzata nelle sue forme base come punto di partenza del progetto

TM STYLE – LOGO PROJECT

La sintesi della lanterna può concludersi fondamentalmente nelle sue finestrelle da cui fuoriesce luce, nel massimo dell’astrazione questo concetto può essere rappresentato da due parallelogrammi posti in prospettiva. Questa diventa la base progettuale del marchio.

fase progettuale 1. Tutto parte da una figura quadrata che viene scomposta in due parallelepipedi inscritti nell'area della forma originale

Inizialmente l’idea era di lasciare i parallelogrammi in verticale a rimando del concetto espresso nelle pagine precedenti, ma ruotando di 45° la forma ottenuta si ottiene un riferimento ulteriore al settore commerciale che stiamo toccando. Due piani perpendicolari tra loro, a formare pavimento e rivestimento.

fase progettuale 2. I due parallelepipedi così costruiti vengono poi ruotati di 45° verso sinistra per andare a riprendere il concetto base dell'azienda: il parallelepipedo orizzonatale rappresenta il pavimento, quello verticale la parete.

La logica geometrica alla base di questo logo è fornita principalmente dal quadrato formatosi dall’intersecarsi dei prolungamenti dei lati orizzontali e verticali dei due parallelogrammi inclinati. Da questa forma regolare e dai relativi sottomultipli si dipana la costruzione delle restanti forme.

fase progettuale 3. Sempre partendo dal quadrato si inizia a creare le prime due lettere del logo: TM.

fase progettuale 4. Sempre basandosi su queste forme si va poi a costruire l'intera parte testuale del logo, lo "Style" finale

Il payoff, così come il font di partenza del logotipo è un Rubik, uno degli ultimi Font messi a disposizione gratuitamente da Google®, il quale sarà funzionale alla costruzione della brand identity di TM Style.

fase progettuale 5. La headline del logo viene poi unita al marchio di conseguenza: "Floors, walls & more"

fase progettuale 6. Il logo va a comporsi poi di una seconda versione, più squadrata, per un utilizzo social

il logo finale con il doppio parallelepipedo e i colori ufficiali

MANUALE D’USO DEL MARCHIO

UN LOGO, DUE FORMATI

Il logo nella sua forma primigenea ha uno sviluppo orizzontale, ad esso è stata affiancata una seconda versione priva di payoff avente l’obbiettivo di adattarsi a immagini social ed eventuali utilizzi straordinari su materiale cartaceo, laddove ve ne fosse necessità (vedi loghi “stretti” in sponsorizzazioni).

le due versioni del marchio, una più orizzontale e una più squadrata.

I COLORI DEL LOGO

4 colori a definire il marchio, il pittogramma composto dai 2 rombi ha colorazioni calde a ricordare la luce della lanterna, con la zona del “pavimento” in ombra e dunque più scura rispetto alla “parete”, di un arancio più acceso, Il colore così applicato dona una tridimensionalità ulteriore al marchio, nobilitata da un grigio tortora a riempimento del logotipo e del payoff.

i colori del marchio, 4 pantoni a comporre il definitivo. Arancioni intenso e chiaro per i parallelogrammi, due grigi caldi per il resto del marchio.

APPLICAZIONE COLORE DEL LOGO

Il logo avrà 3 declinazioni colore da utilizzarsi a seconda del colore di sfondo: il primo coi colori positivi, il secondo con pittogramma positivo e il resto negativo, il terzo completamente negativo. La regola base da cui partire nella scelta del marchio è la seguente: dove possibile evitare il negativo.

le tre versioni colore del marchio. Una completamente colorata, una negativa coi parallelogrammi colorati e una completamente negativa.

UTILIZZO COLORE LOGO 1

Utilizzare il Logo positivo su sfondi chiari, pastellati, grigi tenui, bianchi e gialli intensi.

superfici di applicazione del marchio colorato, su tinte tenui e pastellate.

UTILIZZO COLORE LOGO 2

Utilizzare il logo avente pittogramma colorato e logotipo+payoff negativi su sfondi dalle colorazioni intense, a contrasto coi colori del pittogramma (non arancioni, rossi o fucsia dunque). Ideale anche per supporti argentati o metallizzati scuri.

 

superfici di applicazione del marchio semi-negativo., da applicarsi a tutte le tinte scure non aventi colorazioni tra il rosso e il giallo canarino.

UTILIZZO COLORE LOGO 3

Il logo negativo andrà utilizzato nelle tonalità di colorazione intensa simili a quella del pittogramma e su supporti metallizzati bronzei o dorati. Da evitarsi gialli intensi.

 

superfici di applicazione del marchio negativo, da applicare a tutte le superfici tra il rosso e l'arancio.

SPAZIATURE DEL LOGO

La distanza degli elementi dal logo, sia esso orizzontale o schiacciato, sono definite sempre sulla base del quadrato costruito dall’intersezione dei lati verticali e orizzontali dei due parallelepipedi inclinati.

le aree sensibili del marchio, la zona di centratura, la dimensione effettiva del marchio e la distanza che devono avere gli altri elementi dal logo.

DIMENSIONAMENTI DEL LOGO

Di seguito sono riportate le dimensioni minime del logo. Da notare come al diminuire delle dimensioni variano anche gli elementi presenti nel logo stesso, questo per una questione di visibilità degli elementi presenti.

dimensionamenti del logo e le sue variazioni a seconda della sua dimensione.

IL FONT ISTITUZIONALE DEL LOGO

Il Rubik è un web font fornito gratuitamente da Google® Font, un portale online in cui scaricare Font perfetti sia per l’uso cartaceo che online, compatibili con ogni sistema operativo e con moltissimi glifi (caratteri tipografici) a disposizione. Rubik ha caratteristiche molto peculiari; sebbene somigli molto ad un bastoni classico, le stondature appena accennate negli spigoli gli conferiscono un aspetto informale  e unico, capace di renderlo incredibilmente versatile.

Rubik, il font scelto. Un Google Font molto poliedrico ed elegante, perfetto per attività collegate al mondo del design.

The contents of this document is confidential and is intended solely for addressee. The information may also be legally privileged. This transmission is sent in trust, for the sole purpose of delivery to the intended recipient. If you have received this transmission in error, any use, reproduction or dissemination of this transmission is strictly prohibited. If you are not the intended recipient, please immediately notify the sender by reply e-mail or phone and delete this message and its attachments, if any.


Fotoinserimenti, una passione di gres e pixel

La ceramica è entrata nella mia vita senza che io me ne accorgessi. […]

TM Style, Logo restyling

Sono passati mesi dal mio incontro con Mauro, che fu un sabato in […]


MoviMente, un progetto instancabile

Lavorare per Linda è stato facile, sebbene il fitness, lo yoga, il pilates […]

Pin It on Pinterest