Il progetto Eroi Imperfetti

Eroi Imperfetti è uno dei miei progetti preferiti, a cui ho potuto prendere parte collaborando negli anni con Ennesimo Film Festival.

Cosa succede quando sei costretto a diventare, tuo malgrado, un supereroe? Questa rassegna speciale, realizzata al Crogiolo Marazzi di Sassuolo, cercava di rispondere a questa domanda attraverso la visione di 5 lungometraggi sul tema.

“School of Rock”, “I Figli degli Uomini”, “Get Out (Scappa)”, “Il Grande Lebowski”, “Fa’ la cosa giusta”. Questi i titoli della rassegna, 5 storie in cui i protagonisti diventano eroi in tutta la loro imperfezione, portando a termine compiti sino a quel punto impensabili.

Per rendere più avvincente questa rassegna ho pensato potesse essere interessante non concentrarmi tanto sulle immagini relative alle pellicole in proiezione. Mi sono focalizzato sul concetto di imperfezione, andando a “macchiare” icone dell’immaginario eroico appartenenti ad ognuno di noi. Creando 4 soggetti anti-iconici.

Flash e il moccio al naso.
Un quadro di Flash a cui gocciola il naso, segno di imperfezione su un personaggio altrimenti impeccabile, il tutto su sfondo rosso a riprendere il colore del costume del super eroe
Eroi Imperfetti: Batman e il dito nel naso
Batman si infila un dito nel naso, lo sfondo e nero e si confonde con la sagoma oscura del supereroe, ma si vede chiaramente Bruce Wayne mentre col suo guantone indaga le profondità della propria narice.
Eroi Imperfetti: Super Man e i peli nelle orecchie.
Super Man con il suo classico costume blu, il mantello rosso e la pettinatura impeccabile, si fa trovare con un ciuffo di peli che fuoriescono dal suo orecchio sinistro.
Eroi Imperfetti: Captain America e il sugo degli spaghetti.
Captain America vestito con il classico elmetto e la stella sul petto con uno sfondo azzurro che si confonde con il suo costume, si fa pizzicare con una grossa chiazza di sugo e uno spaghetto che cola dal suo costume.

Così Flash ha il moccio da raffreddore, Batman un dito nel naso, Super Man dei peli che escono dall’orecchio, Captain America è sporco di sugo.

Dettagli, piccole imperfezioni su personaggi altrimenti impeccabili in una gabbia grafica creata ad hoc per apparire perfetta in tutto tranne che in un singolo dettaglio.

Eroi Imperfetti: la cartolina in formato finale.
Una mano regge una cartolina usata durante una delle serate delle proiezioni. In particolare, in questa occasione si vede chiaramente Batman con il dito nel naso, il nome della serata e il logo di Ennesimo Film Festival.

Ed è così che si mostra questa squadra di super uomini iconici e sbagliati, resi umani da un dettaglio, una piccola pecca.
Questi soggetti illustrati diventano così i soggetti di 5 cartoline multi-soggetto usate per formulare dei quiz a termine delle proiezioni in sala.

Eroi Imperfetti: la cartolina di Flash fronte e retro.
La cartolina di Flash, mostrata sia sul fronte che sul retro, di fianco ad una tazza di caffè e ad una penna a china aperta. Sul retro della cartolina compare il quiz della serata, in questo caso relativa alla proiezione appena conclusa de "I figli degli uomini"

La cosa bella di collaborare per EFF (Ennesimo Film Festival) è stata appunto quella di poter mettere in piedi idee capaci di andare oltre l’ordinario. Cercare di stupire e di spingere le idee oltre classici schemi didascalici è sfida e ossigeno vitale al contempo.


Modena FC Brand Concept

Da modenese e da grafico, l’idea di lavorare ad un concept per il […]

Il progetto Eroi Imperfetti

Eroi Imperfetti è uno dei miei progetti preferiti, a cui ho potuto prendere […]


La camicia Old Captain di Freddie Mercury

Lavorare per Yari e la sua Old Captain è sempre un piacere e […]

Pin It on Pinterest